Air Jordan Legacy 312 Low

Migliore Air Jordan Legacy 312 Low - Risparmia fino al 60% di sconto. Vedi il tuo oggetto di design preferito.

La F50 Crazylight come suddetto l’abbiamo già vista air jordan legacy 312 low all’opera con il gallese Bale nella passata Champions League, terminata con il trionfo del Real Madrid, Si aggiudica la palma della più leggera con i suoi 140 grammi, Il colore principale è il verde con frecce arancioni e blu sfumate, Tonalità arancione e nero per gli scarpini 11pro in pelle sintetica di nuova generazione sviluppata dall’adidas Innovation Team, Si piazza al terzo posto con 180 grammi, Chiude la collezione la scarpa più corposa, dedicata ai giocatori instancabili della squadra, la Nitrocharge Crazylight bianco-verde-blu che pesa 225 grammi..

Tutti noi adoriamo provare nuove scarpe da calcio, soprattutto se sono vere e proprie novità, durante gli allenamenti, Anche tra i professionisti la curiosità nel provare prototipi o prodotti appena usciti è assolutamente forte, perchè si sa, molti di loro sono davvero giovani e scoprire in anticipo lavori di top brand come Nike, adidas e Puma sarebbe fantastico per chiunque, Scarpini.it come al solito li segue, cerca di air jordan legacy 312 low scoprire news in anteprima, non si lascia sfuggire cambi e stranezze, Lucas Podolski, attaccante in forza all’Arsenal, è uno storico indossatore di adidas F50 e l’occhio attento di Scarpini.it lo ha pizzicato con le nuove F50 che usciranno a gennaio (come già successo con Alvaro Morata )..

Dani Alves, altro giocatore a cui piace testare molte nuove scarpe, regala sempre a tutti gli appassionati grandi colpi di scena; negli ultimi allenamenti abbiamo notato ai suoi piedi le Nike Hypervenom, scelta particolare poichè il giocatore, che era solito usare adidas F50 air jordan legacy 312 low o adidas nitrocharge 1.0 legato al brand tedesco, si è prepotentemente rituffato nel suo passato (usava le Mercurial fin dai tempi di Siviglia), Staremo a vedere cosa sceglierà Dani Alves visto che nelle precedenti partite ha usato anche la Nike Mercurial Vapor X Stealth Pack, sicuramente sembra aver abbandonato definitivamente adidas, però, con l’esterno brasiliano, mai dire mai..

Altri giocatori del panorama internazionale hanno attirato la nostra attenzione durante match ufficiali per la particolare colorazione degli scarpini. È il caso di Edinson Cavani, attaccante del PSG, che nell’ultima partita di Champions League contro l’Apoel Nicosia ha indossato le sue tradizonali F50 adizero in una versione total black, con la quale è riuscito anche a segnare il gol vittoria per la sua squadra nei minuti finale della partita. Lo stesso discorso, riguardo agli scarpini, può essere fatto per Samuel Eto’o, in forza all’Everton, che nell’ultima partita di Europa League contro i francesi del Lilla ha indossato le sue Puma Evospeed in versione blackout.

Questi due campioni non sono stati i primi a preferire la scarpa tutta nera a scapito delle vistose colorazioni che offrono ora i maggiori brand, infatti prima di loro Carlitos Tevez e Rodrigo Palacio non erano riusciti a resistere al fascino del colore nero, Che sia uno “sfizio” estetico oppure, come spesso accade, nel momento air jordan legacy 312 low in cui il contratto che lega i professionisti ai brand viene meno, con lo scarpino Total Black si vuole dare il segnale di essere sul mercato e, soprattutto, fare un piccolo sgarbo al brand che si sta abbandonando?.

Attorno ad  Aaron Ramsey si sta alzando un vero e proprio polverone: e questa volta non si tratta del suo “particolare” legame tra gol fatti e personaggi famosi dello spettacolo. Durante i suoi ultimi allenamenti con l’Arsenal è stato visto con indosso degli scarpini “whiteout” quantomeno particolari. Gli ingredienti che hanno gettato un alone di mistero sulla vicenda sono molteplici: sappiamo che il centrocampista dei Gunners ha recentemente rescisso il suo contratto con adidas e che il genio Denis Dekovic sta approdando alla casa tedesca direttamente da Nike, a cui ha regalato l’idea delle scarpe Obra e Superfly.

Sappiamo anche che Ramsey, nel match di sabato scorso contro l’Hull, ha indossato un paio di Tiempo Legend Blackout, questo potrebbe lasciare intendere che ci sia, o che ci possa essere in futuro, un avvicinamento con Nike, Ciò aprirebbe una porta interessante: che Ramsey stia testando le nuove Hypervenom Phantom? In effetti la tomaia le ricorda molto, sebbene manchi l’inimitabile “swoosh”, Ovviamente restano alla finestra alcune ipotesi, meno probabili, ma comunque da tenere sott’occhio: Umbro su tutti potrebbe aver avuto l’idea di piombare sul talento dell’Arsenal, Ma anche Warrior potrebbe essere una scelta da non sottovalutare, considerato anche che in Premier League air jordan legacy 312 low ha già fatto entrare “in famiglia” diversi campioni del calibro di Kompany e Fellaini..

Era nell’aria ormai da tempo, Paul Pogba ha firmato un accordo con la Juventus fino al 2019, A livello prettamente concreto, questo non dovrebbe modificare le mire dei più importanti club di tutta Europa, ma sostanzialmente è sicuramente un modo per blindare un patrimonio su cui la Juventus ha investito in un momento sicuramente delicato, strappandolo ad un Top Club come il Manchester United, Sorvoliamo sulle cifre, che non sono quello che a noi interessa, di certo verrà inserita una clausola rescissoria importante, come a dire “Se lo volete, lo pagate così” che air jordan legacy 312 low si aggirerà sui 70 milioni di Euro, Mica male… Ma tutto questo come potrebbe interessare noi appassionati? Bè la situazione di Pogba è quantomeno intricata riguardo agli scarpini, ma tutti noi ricordiamo le sue parole al Mondiale, quando chiarì che avrebbe pensato ad uno sponsor soltanto in una fase tranquilla della sua carriera, con le cose “importanti” definite..



Messaggi Recenti