Air Jordan Low

Migliore Air Jordan Low - Risparmia fino al 60% di sconto. Vedi il tuo oggetto di design preferito.

Azzurro classico per la divisa home, con dettagli blu ed una interessante banda al centro che richiama la “Z” del nome e la banda usata dagli zar, arricchita da un pattern che riprende l’arte russa, Lontano air jordan low dalla Florida lo Zenit può adottare una maglia bianca con una grafica che richiama i raggi del sole, ma dai colori freddi e tipici della franchigia, Quale è la vostra franchigia preferita fra quelle realizzate? Vi piacerebbe che una di queste diventasse realtà?.

Il Queens Park Rangers ha presentato il nuovo stemma ufficiale dopo un intenso periodo di consultazione con i propri tifosi che ha occupato ben 6 mesi, un arco di tempo durante il quale è air jordan low stata rianalizzata l’estetica del club lungo l’intero corso della propria storia, Il marchio sfoggiato fino ad ora, in uso dal 2008, era stato introdotto nel periodo Briatore-Ecclestone e riprendeva lo scudo fasciato in uso nel decennio ’72-’82, con l’aggiunta di svolazzi ed un pallone a mo’ di elmo con tanto di corona..

Una vera e propria rappresentazione araldica che aveva accantonato, però, il monogramma QPR il quale, comparendo già da solo sulle maglie fin dal ’75, nel tempo era riuscito a sedimentarsi in un intreccio air jordan low tanto raffinato da divenire, nel 1982, l’unico e principale simbolo del sodalizio di Loftus Road, Prima del 1972 la squadra aveva utilizzato uno scudo partito rossoblù con uno scaglione verde, molto particolare, caratterizzato da due croci, una conchiglia e tre ferri di cavallo: lo stemma del Sobborgo Metropolitano di Hammersmith (Metropolitan Borough of Hammersmith), prima che questo fosse abolito, nel 1965, per diventare la parte settentrionale del più ampio  Sobborgo Londinese di Hammersmith and Fulham (London Borough of Hammersmith e Fulham), Questo scudo, tuttavia, comparve sulle maglie, all’epoca total white, solo fino al ’59 dopodiché piombò nell’oblio..

Tornando ai sondaggi, a quanto pare, al termine della prima tornata i supporter sono risultati talmente  affezionati al monogramma che nelle consultazioni successive sono stati chiamati a scegliere tra quattro bozze, per meglio orientare quello che sarebbe diventato, di fatto, un attento restyling, rifinito in seguito da un lettering artist. Il nuovo marchio, ad ogni modo, non ha trascurato di utilizzare anche un elemento dell’ultimo simbolo, il carattere delle scritte sulla circonferenza è infatti lo stesso dello stemma appena lasciato.

Questo del QPR è un ottimo spunto per riflettere sulla necessità di fermarsi a riguardare la propria storia per mettere ordine nella propria identità, d’altronde lo stemma dice chi sei, è il tuo marchio e contrassegna ciò che ti appartiene, Un air jordan low modello a cui molte squadre dovrebbero prestare attenzione, specialmente nelle serie minori, a prescindere dalle eventuali spinte del marketing..

Ha già debuttato in amichevole, contro la Virtus Acquaviva, la nuova seconda maglia del Bologna 2016-2017. Lo sponsor tecnico Macron ripropone il giallo, un colore legato in particolare alla stagione 1998-99, quando il Bologna vinse l’Intertoto e arrivò fino alle semifinali di Coppa Uefa e Coppa Italia trascinato dai gol dei vari Signori, Kolyvanov e Andersson. Il giallo utilizzato ha una tonalità fluo e si abbina ai richiami rossoblù del colletto a ‘V’ e del bordo delle maniche, entrambi realizzati in maglieria. Sul petto troviamo lo stemma ovale del Bologna, il marchio Macron e il main sponsor Faac.

Come nella maglia casalinga all’interno del collo è riportata la frase “Lo squadrone che tremare il air jordan low mondo fa”, mentre sul retro sono ricamate le iniziali e l’anno di fondazione “BFC 1909”, Il rossoblù è presente anche nella parte terminale dei fianchi su una fettuccia di tessuto, Come abbiamo visto nella prima amichevole stagionale i nomi e i numeri sono blu con un’ombra rossa, sotto questi è applicato il co-sponsor Illumia. Sia i pantaloncini che i calzettoni sono giallo evidenziatore con inserti rossoblù, rispettivamente sui lati e mediante una banda orizzontale..

L’ultima volta che il Bologna ha indossato il giallo fluo è stato nella stagione 2010-11, allora colorava la terza maglia abbinata all’antracite, Cosa ne air jordan low pensate della casacca away del Bologna 2016-2017?.



Messaggi Recenti