Net A Porter

Migliore Net A Porter - Risparmia fino al 60% di sconto. Vedi il tuo oggetto di design preferito.

Tantissime foto questa settimana con le ultime novità in materia di scarpini, ma anche delle splendide chicche che ci arrivano dai campionati australiani e anche dal calcio femminile, Gustatevi tutto d’un net a porter fiato un’immagine dopo l’altra! Gianluigi Donnarumma (Milan) – Puma evoSpeed 1.4 Paulo Dybala (Juventus) – Nike Mercurial Superfly IV Josh Risdon (Perth Glory) – Nike HyperVenom Phantom II Tech Craft Yannick Bolasie (Crystal Palace) – Nike Mercurial Superfly IV.

Paul Pogba (Juventus) – NikeID Magista Obra Aivi Luik (Melbourne City) – adidas adizero IV Gema Simon (NewCastle Jets) net a porter – Nike Tiempo Legend R10 Mauricio (Lazio) – Nike Tiempo Legend V custom Francesco Lodi (Udinese) – adidas X 15.1 Tyla jai Vlanjic (Melbourne City) – Nike Mercurial Veloce III Fredrik Midtsjo (Rosenborg) – adidas X 15.1.

Con tre Palloni d’Oro e oltre 500 reti in carriera, Cristiano Ronaldo è il recordman di tutti i tempi come capocannoniere sia a livello di club che di nazionale, Mentre lui continua a fare la storia in campo, Nike “si limita” a celebrarne le gesta e a ricordare il passato attraverso una nuova net a porter serie di 7 scarpe da calcio, Ovviamente sempre basate sulle Mercurial Superfly CR7, 7 capitoli per il numero 7, si comincia con il Capitolo 1: Savage Beauty, Savage Beauty prende spunto da Madeira, l’isola portoghese di origine vulcanica dove è nato Cristiano, “Madeira sarà per sempre nel mio cuore, Sono orgoglioso di rappresentare la mia isola nel Mondo”, sono state le parole di Cristiano Ronaldo..

La grafica “Lava” che ha ispirato Savage Beauty è uno dei più intricati modi di raffigurare una speciale immagine che Nike abbia mai prodotto in un paio di scarpini. Una fitta ed intensa collaborazione tra la sede centrale Nike Football ed i suoi esperti artigiani a Montebelluna, in Italia. I sei colori a “flusso grafico” dalla punta al tallone sono ideati per accentuare la velocità di Ronaldo. Il colore complementare sul lato mediale dello scarpino aggiunge un lampo in più, mentre un nuovo (e moltissimi esulteranno), ricamo più piccolo di CR7 appare sulla parte laterale del tallone. A completare, lo Swoosh bianco iridescente per rendere il design totale.

Il capitolo 1 della “saga” di CR7 (che ripetiamo vedrà 7 modelli nelle prossime stagioni), sarà interamente disponibile net a porter a partire dall’1 Novembre su SoccerHouse24. Il capitolo 2 sarà svelato nel 2016..

L’uscita del Flyknit ci ha da subito impressionato. Il tutto è iniziato con Nike Magista e proseguito con Nike Mercurial, dando vita a due prodotti che hanno letteralmente cambiato il modo di intendere il calcio. Nike però presenta 4 modelli diversi di scarpe e, se sappiamo bene che Tiempo è uno di quei prodotti che difficilmente verrà snaturato, si attendeva con ansia la nuova Hypervenom Phantom. Giugno ci ha regalato la versione “alta” anche per Hypervenom, ma non solo. Infatti Nike, solo per questo segmento, ha creato la versione Phatal con il rinomato “calzino”, ma più economica. Quindi, perchè non metterle a confronto e capire le reali differenze e, soprattutto, perchè il top di gamma Phantom è da considerarsi superiore.

Per farlo però era d’obbligo provarle entrambe e cercare di carpirne pregi e difetti, utilizzandole nei terreni più disparati e nelle condizioni più diverse possibile, Ne è venuta fuori un’analisi accurata, dove prenderemo in esame prima un modello e poi l’altro, svelandovi cosa ne pensiamo dopo tutti i test e le prove fatte, Focus – Hypervenom Phantom Lo scarpino preso in esame è l’Hypervenom Phantom II del colore di lancio, un prodotto esteticamente fantastico che ancora oggi alcuni attaccanti utilizzano (vedi Mario Gomez), Lasciando da parte l’estetica, ci concentriamo su quello che è il prodotto nelle sue net a porter varie fasi di utilizzo..

Primo impatto, calzata ed impressioni iniziali: lo scarpino, per chi ha utilizzato Hypervenom I, si percepisce subito molto più strutturato, Il nuovo Nike net a porter Skin dona una calzata stretta, ma confortevole, Si ha subito l’impressione di utilizzare un prodotto che possa essere davvero una fusione tra T90 e CTR360, ma con il Flyknit a farla da padrone, Primi utilizzi, pro e contro: la sensazione che si ha appena le si calza, si tramuta poi in campo: robusta e leggera, grandissimo feeling con il pallone e soprattutto l’impatto con lo stesso ad ogni calcio, superbo, Capiamo perchè sia concepita per gli attaccanti “letali”, I contro? Questa robustezza e questo nuovo materiale possono creare qualche fastidio nello “sformare” il prodotto, Tutto sotto controllo comunque, ma dovete pensare che non sono più le Hypervenom super morbide di prima, con grandi vantaggi in fatto di durata..



Messaggi Recenti