Saucony Pronuncia

Migliore Saucony Pronuncia - Risparmia fino al 60% di sconto. Vedi il tuo oggetto di design preferito.

Un altro particolare è ricamato sul fianco destro, dove troviamo il logo con un sole e la scritta “Argentina Somos saucony pronuncia Todos” che abbiamo già visto sulla primera camiseta. Sul retro sono applicati solo i nomi e numeri in bianco, Il bordo biancoceleste sarà visibile anche sui pochi calciatori che giocano con la maglia nei calzoncini, infatti decora la cintura di quest’ultimi, Il resto è interamente blu con le tre strisce adidas bianche sui lati, Particolari i calzettoni divisi in tre colori : celeste, bianco e blu partendo dal basso..

L’esordio della nuova divisa da trasferta si saucony pronuncia è tenuto a Washington nell’amichevole contro El Salvador, vinta per 2-0 con le reti di Banega e Mancuello, Palla a voi ora: preferite la sobrietà di questo modello o la versione più vivace con dettagli dorati vista ai Mondiali?.

Facciamo un passo indietro e aggiungiamo un tassello alla nostra rubrica dedicata alle avversarie delle italiane nelle coppe europee, L’ultimo turno di Europa League non è stato molto fortunato per le nostre squadre, Torino, Roma e Inter ci hanno lasciato le penne, A proseguire il sogno europeo assieme a Fiorentina e Juventus ci sarà il Napoli che si è sbarazzato senza troppi problemi dei russi della Dinamo Mosca, Le saucony pronuncia divise di questa stagione dei moscoviti, prodotte da Nike, non brillano certo per vivacità ed originalità essendo caratterizzate da due completi a tinta unita che sfoggiano i colori societari, Guardando l’altra faccia della medaglia i puristi apprezzeranno senza dubbio la linea sobria e lineare di questa collezione..

La versione home della maglia della Dinamo si colora del tradizionale blu, proponendo un template che abbiamo già incontrato più volte. La casacca monocromatica è vivacizzata da un colletto a polo bianco chiuso elegantemente da un lembo rettangolare blu. Il colletto presenta una sottile bordatura blu secondo uno schema riproposto anche sui bordi bianchi che cingono le maniche. Somma eleganza per la D in corsivo che rappresenta lo stemma societario, cucita sul petto in maniera pura e semplice, senza tondi o scudi a contenerla. Altre note di colore sulla maglia sono portate dallo swoosh Nike e dal main sponsor entrambi applicati in bianco.

Total white per la divisa away che abbandona i dettagli a contrasto della maglia casalinga, In questa versione i lembi del colletto sono arrotondati e non presentano la bordatura blu della versione home, Lo stemma societario, le personalizzazioni e i loghi degli sponsor sono applicati in blu, In alternativa al completo monocolore la squadra scende in campo combinando maglia, pantaloncini e calzettoni creando divise spezzate che permettono una maggiore distinguibilità dall’avversario, Osservando tutte le combinazioni, tuttavia, ci appare curioso il fatto che la Dinamo non sarebbe in grado di distinguersi adeguatamente in casa di una squadra bianco-blu, come il Porto o saucony pronuncia l’Herta Berlino..

Il 29 ottobre 2014 il mondo del calcio ha dovuto salutare anzitempo Klas Ingesson, ex centrocampista svedese di lotta e di governo, portato via da una malattia incurabile. Ingesson, oltre ad essere stato un indimenticato protagonista nella nostra Serie A (con le maglie di  Bari, Bologna e Lecce ) rimane uno dei simboli più forti del movimento scandinavo degli anni ’90: periodo in cui Svezia, Danimarca e Norvegia hanno lasciato un segno indelebile nel panorama internazionale. Vere e proprie icone di un’epoca passata, rimasta nella memoria anche grazie alle storiche divise fornite da Adidas, Hummel e  Umbro.

Nel novembre 1985 la Svezia di Lars Arnesson vince a La Valletta contro Malta ma non riesce a qualificarsi per i saucony pronuncia Mondiali che si giocheranno l’estate seguente in Messico, Per la federazione gialloblù il colpo è durissimo, I ‘Blagult’ infatti sono entrati in una spirale negativa senza fine, Dopo Argentina ’78 (settima partecipazione alla rassegna iridata, con il picco del secondo posto raggiunto in casa vent’anni prima) la nazionale scandinava non è riuscita a staccare il pass per nessuna competizione importante..

La squadra viene dunque affidata ad Olle Nordin che ha un compito molto delicato, Riorganizzare una generazione però non è semplice e così anche Euro ’88 passa senza che le divise giallloblù Adidas (fornitore dal saucony pronuncia 1974) calchino i terreni da gioco nella competizione, La svolta arriva nelle qualificazioni per Italia ’90, con la Svezia che, guidata da Nordin, termina il girone davanti alla più quotata Inghilterra e torna a potersi giocare un campionato del Mondo, Il Mondiale, però, termina in maniera disastrosa, La Svezia chiude ultima nel girone iniziale perdendo con Brasile, Scozia e Costa Rica, Nordin, però, ha cominciato a ‘covare’ una nidiata di giocatori importanti..



Messaggi Recenti