Scarpe Air Jordan

Migliore Scarpe Air Jordan - Risparmia fino al 60% di sconto. Vedi il tuo oggetto di design preferito.

Le righe verticali sono cinque, tre blu e due rosse, a loro volta arricchite da un gioco di strisce più sottili tono su tono, proprio come in quell’iconica casacca di 25 anni fa prodotta dall’allora sponsor tecnico Meyba, Le differenze scarpe air jordan sono nel colletto, qui chiuso a ‘V’ senza il bavero, nelle spalle e nelle maniche che sono totalmente blu con un tono più scuro, Dalla parte inferiore delle maniche parte una banda rossa che percorre i fianchi e prosegue anche sui pantaloncini..

Due gli sponsor sicuri, Beko sulla manica sinistra e Unicef confermato sul retro, Nessuna sorpresa nella parte posteriore, dove oltre alle strisce blaugrana troviamo una sottile fettuccia all’altezza del collo con i colori della Senyera, la bandiera della Catalogna, Più in alto c’è la parola “Barca”, L’orlo delle maniche cela all’interno una frase presa dall’inno del Barcellona suonato all’ingresso delle squadre al Camp Nou: “Un Crit” a destra e “Valen” a sinistra, Il font scelto per nomi e numeri, immutato rispetto allo scarpe air jordan scorso anno, prende ispirazione dalle forme architettoniche della città spagnola..

I pantaloncini sono blu, così come i calzettoni che sul retro presentano un motivo a righe rosse orizzontali, mentre davanti recano la scarpe air jordan scritta “Barca” in giallo, Il completo casalingo prevede anche delle calze rosse da utilizzare in base ai colori degli avversari, A livello tecnico il nuovo kit incorpora la tecnologia Aeroswift e il poliestere è assolutamente ecologico in quanto ottenuto grazie al riciclo della plastica, Come detto in apertura la nuova maglia di Nike si ispira a quella della stagione che per la prima volta vide i blaugrana sul tetto d’Europa, A farne le spese fu la Sampdoria, sconfitta da un missile di Ronald Koeman su punizione nel secondo tempo supplementare..

L’ undici catalano di quella serata, il cui teatro fu lo stadio Wembley di Londra, era formato da: Zubizarreta, Nando, Ferrer, Koeman, Juan Carlos, Bakero, Salinas, Stoichkov, Laudrup, Guardiola e Sacristàn. In panchina il grande Johan Cruijff che ci ha lasciato da pochi mesi. In quell’occasione il Barcellona giocò con il completo away arancione, ma per la premiazione i calciatori indossarono la tradizionale maglia blaugrana. Cosa ne pensate della nuova maglia del Barcellona 2016-2017? Vi piace la riproposizione di Nike della mitica divisa di 25 anni fa? Aspettiamo i vostri commenti in basso!

Oggi, per il ‘Venerdì Vintage’, vorrei il vostro giudizio sulla maglia da trasferta del Newcastle della stagione 1996-97, Lo chiedo a voi perché io, in quasi 20 anni, non ho ancora capito come collocare questa divisa prodotta da adidas, È da considerarsi come uno tra i migliori classici del primo decennio di Premier League oppure è solo una tra le derive cromatiche e di stile tipiche degli Anni ’90 meno riuscite? Sin dalla prima volta che l’ho vista, addosso a un ragazzo di un’altra classe alle scuole medie, questa maglia mi è rimasta impressa ma, senza un motivo preciso, non mi scarpe air jordan ha mai conquistato in pieno..

Per la descrizione partiamo dal colore: quasi metallico, a metà strada tra un blu jeans e l’argentato. Sul tronco una fascia orizzontale nera attraversata dalle tre strisce di colore bianco, interrotte al centro dal logo circolare del classico sponsor Newcastle Brown Ale. Le tre strisce adidas, assenti dalle maniche come da tendenza attuale, ornavano il vistoso colletto nero a V. Particolare anche la trama a spina di pesce del tessuto, che creava un velato effetto a strisce verticali. Di quella maglia erano interessanti pure le personalizzazioni, anche considerato che si trattava dell’ultima stagione della Premier League senza il font unico per tutte le squadre. I numeri erano bianchi, squadrati, con marcato bordo nero e il tocco adidas delle tre strisce in diagonale in alto a sinistra.

Milano è in questo momento il centro del mondo per quanto riguarda il calcio, Nike non poteva che cogliere la palla al balzo e ci ha accolto nella casa della velocità a “The Science of Speed”, un ambiente ideato e realizzato per respirare tutta la storia di Nike Mercurial e soprattutto per scoprire dal vivo la nuova Mercurial Superfly V, Il percorso parte dalle origini delle scarpe Mercurial, Dalla prima Vapor fino ai modelli realizzati in flyknit di oggi, scarpe air jordan una carrellata strappa lacrime ci ha completamente avvolto ed ha reso magico ripercorrere i momenti che hanno veramente segnato delle epoche assieme agli scarpini indossati dai campioni del passato..

L’evento però è incentrato sulla scoperta del nuovo prodotto, della nuova Nike Mercurial che vedrete in campo dalla finale di Champions League ai piedi di CR7 e che potrete scarpe air jordan acquistare (in tutte le versioni) dal 31 maggio su SoccerHouse24, Ma come nasce una scarpa così innovativa? A “The Science of Speed” c’erano anche gli artigiani di Montebelluna, coloro che realizzano a mano le scarpe personalizzate per i migliori calciatori Nike, al lavoro su materiali, piatti suola e tomaie, La percezione che abbiamo avuto osservandoli è la ricerca di un’estrema cura del particolare, Ci si dimentica del marketing e si respira l’aria del prodotto vero, nella sua forma originale..



Messaggi Recenti