Sneakers Adidas Donna

Migliore Sneakers Adidas Donna - Risparmia fino al 60% di sconto. Vedi il tuo oggetto di design preferito.

Sul petto compaiono poi lo stemma della federazione sul cuore, il logo Umbro dalla parte opposta e lo sponsor Three, il cui utilizzo non è permesso nelle partite ufficiali, I calzoncini abbinati sono verdi così come i calzettoni che in più presentano il risvolto e una serie di sneakers adidas donna sottili righe bianche, L’esordio in partita si è consumato nell’ amichevole contro la Turchia, ma il risultato non è stato dei migliori, Le reti di Ozek e Camdal hanno permesso ai turchi di espugnare Dublino, I prossimi avversari degli irlandesi saranno gli azzurra di Cesare Prandelli, la gara è in programma sabato 31 maggio al Craven Cottage di Londra..

Dodici mesi fa, molto probabilmente, neanche il più incrollabile tifoso del Siviglia avrebbe immaginato di vivere questi momenti… Dopo aver concluso il campionato a un anonimo nono posto, i guai finanziari di Málaga e Rayo aprirono inaspettatamente loro le porte dell’ Europa League dove, in un crescendo rossiniano, i biancorossi hanno scritto per la terza volta il sneakers adidas donna loro nome nell’albo d’oro della seconda coppa europea, Per Warrior è stato invece il primo grande successo nel mondo del calcio, che ha forse in parte lenito l’incredibile harakiri che ha visto protagonista il Liverpool nella Premier League..

Nel suo primo anno di vita, questo binomio che ha unito le due sponde dell’Atlantico aveva subito fatto centro, almeno dal punto di vista dei risultati in campo, Per questo è diventata grande l’attesa circa la sneakers adidas donna nuova divisa 2014-2015 dei Rojiblancos, presentata al pubblico e ai tifosi in occasione della giornata conclusiva della Liga, Rispetto a quanto accaduto al debutto, stavolta l’azienda americana sembra aver parzialmente rigettato quella sperimentazione che, nel bene e nel male, l’ha presto portata alla ribalta tra gli appassionati europei, e che aveva pesantemente influenzato la realizzazione dell’ultima camiseta andalusa..

Tuttavia, pur se Warrior – almeno per questa divisa casalinga – pare aver improntato il suo approccio a qualcosa di più affine con la semplicità e la pulizia, non manca quella vena di “follia” stilistica che, di fatto, sembra essere il suo marchio di fabbrica nel mondo del calcio. Anche quest’anno la filosofia alla base della casacca biancorossa viene riassunta nel motto “sigue la linea roja”, che tanto successo aveva già avuto la stagione passata tra la tifoseria del Siviglia; era presto diventata una moda, sugli spalti del Ramón Sánchez-Pizjuán, pittarsi il viso con quella banda verticale rossa che campeggiava sulle uniformi del calciatori.

Questa permane anche sopra la nuova muta casalinga del club dove, tuttavia, stavolta migra verso il lato destro del petto; la striscia assume allo stesso tempo un aspetto più dinamico per via del sneakers adidas donna fatto di dipanarsi, obliqualmente, da due nuovi inserti rossi che attraversano la spalla destra, Scompare, quindi, la globale simmetria che ritrovavamo nella maglia della scorsa stagione, poiché, quest’anno, alla “linea roja” fa da contraltare, sul lato sinistro della divisa, una semplice coda di topo rossa che cinge spalla e braccio: ecco che torna quel pizzico di “follia” made in Warrior..

Il colletto, bianco e con un modesto scollo a V, è ornato alla base da un’ulteriore coda di topo rossa, mentre all’interno vede una caratteristica finitura a scacchi biancorossi. A sfalsare ulteriormente la simmetria della maglia arriva un inserto rettangolare rosso, che marca la zona superiore del polsino sinistro; rimane lindo, invece, il bordino destro. Sul petto, sempre pittati di rosso, al marchio Warrior riportato con logo e lettering fa da contraltare lo stemma societario che, come già avvenuto per le mute dell’anno passato, vede il ritorno in auge dello storico simbolo delle origini, un bollo recante il trigramma SFC.

La denominazione societaria per esteso, Sevilla Fútbol Club, è invece appannaggio della zona posteriore della divisa, circoscritta alla zona sneakers adidas donna inferiore del collo e riportata con un font dal taglio vagamente “graffitaro”, Molto più tradizionale il resto della tenuta da gioco casalinga, con dei pantaloncini bianchi macchiati unicamente da due lunghi e sottili graffi rossi che percorrono i lati esterni delle cosce; ancor più minimali i calzettoni, completamente neri, Su ambedue i capi, sono riportati a contrasto stemma e logo del fornitore tecnico, che nel caso delle calze rappresentano peraltro l’unico tocco di colore..

Quella che può sembrare una divisa moderna e originale, tuttavia, tradisce una forte – e, forse, insospettabile – componente nostalgica, A uno sguardo superficiale, sono probabilmente in pochi quelli che, sotto la pesante opera creativa di Warrior, potrebbero leggere e cogliere un omaggio a una delle casacche più famose della storia del Siviglia, Era il 1992-93, una stagione decisamente sneakers adidas donna dimenticabile per la compagine spagnola… se non fosse che fu l’unica in cui Diego Armando Maradona vestì la maglietta degli andalusi..



Messaggi Recenti