Zalando Prive

Migliore Zalando Prive - Risparmia fino al 60% di sconto. Vedi il tuo oggetto di design preferito.

È dal 17 novembre zalando prive 1993 che la Francia attende in maniera febbrile Euro ’96, Quella sera al ‘Parco dei Principi’ di Parigi andò in scena il requiem del calcio transalpino vecchia maniera, che lascerà spazio alla squadra che sarà capace di vincere tutto a fine secolo, Torniamo a quella gelida serata parigina: sconfitta per 1-2 contro la Bulgaria e Francia (guidata da Gerard Houllier) costretta a vedere Usa ’94 da casa, Una botta tremenda, specialmente perché arrivata dopo la mancata qualificazione ad Italia ’90 e il fallimento di Michel Platini come commissario tecnico ad Euro ’92, La guida dei ‘Bleus’ viene affidata ad Aimé Jacquet, che di Houllier era il vice, Repulisti e ripartenza da zero, Girone di qualificazione condotto rabbiosamente dopo una partenza molle che determina il secondo posto dietro alla Romania..

Per l’Europeo in Inghilterra (nel girone, guarda caso, ancora la Bulgaria) Jacquet può contare su un gruppo eccezionale, zalando prive Il portiere è Bernard Lama, estroso numero 1 del Psg all’ultimo torneo come titolare davanti a Fabien Barthez, In difesa il carisma di Laurent Blanc, la potenza atletica di Jocelyn Angloma e Lilian Thuram, le sgroppate di Bixente Lizarazu e la solidità conclamata di Marcel Desailly, I ricambi? Gente come Frank Leboeuf, Eric Di Meco ed Alain Roche, A centrocampo Vincent Guérin, il capitano Didier Deschamps e la funzionalità di Christian Karembeu, In panchina Reynald Pedros, Sabri Lamouchi e Corentin Martins, La classe infinita di Zinedine Zidane ad innescare l’inesauribile Youri Djorkaeff e il futuro milanista Cristophe Dugarry, alternato a Patrice Loko, Bomber di scorta: Mickael Madar..

La Francia approda in Inghilterra accompagnata da Adidas, come tradizione, Il kit prodotto dal brand tedesco è di impatto immediato anche se poco originale, dato che + zalando prive presente nel torneo ‘addosso’ ad altre nazionali, La divisa home è ovviamente blu con un vistoso colletto a polo bianco bordato di tricolore e chiuso da laccetti, Il pattern è traslucido e sulle spalle (che scendono verticalmente fino ai fianchi) ci sono due bande tricolori contenenti le ‘stripes’ Adidas, Il lettering del brand è al centro, il galletto della ‘FFF’ è all’altezza del cuore, Numeri e nomi in bianco bordati di rosso, calzoncini bianchi con banda blu e tricolore laterale, Calzettoni rossi..

La maglia away presenta la stessa fantasia con colori invertiti, dato che la base è bianca. Cambia il colletto che non è a polo ma con due inserti in maglieria bordati di tricolore. La fantasia sulle spalle è più avvolgente e tende maggiormente a toccare i bordi delle maniche, dove è presente una piccola biandiera francese. Lettering Adidas in blu appena sotto al colletto, galletto ‘FFF’ all’altezza del cuore, nomi e numeri in blu bordati di rosso. Calzoncini bianchi (con la stessa banda laterale di quelli home) e calzettoni bianchi.

L’eliminazione ai quarti di finale di Usa ’94, avvenuta per mano dell’Italia, basta per fornire a Javier Clemente, commissario tecnico della zalando prive Spagna, le giuste motivazioni per affrontare il girone di qualificazione ad Euro ’96, Il cammino si trasforma in una vera e propria marcia trionfale, Gli iberici vincono il gruppo 2 con 8 vittorie, 2 pareggi senza mai perdere, Danimarca e Belgio possono solo stare a guardare, con i primi che si qualificano mentre i secondi rimangono a casa, Le 22 convocazioni per il torneo non portano grandi novità: c’è talento ed esperienza e le solite grandi aspettative..

In porta il carisma di Andoni Zubizarreta (capitano della truppa) che può contare su un vice come Santiago Canizares. José Molina è il terzo. In difesa ci sono Alkorta, Abelardo e Sergi. Belsué, Juan Manuel Lopez, Jorge Otero e Miguel Nadal sono alternative valide. A centrocampo è ancora lungi dal cominciare l’epoca del ‘tiki taka’. Fernando Hierro è il frangiflutti vecchio stampo, personalità da vendere e atteggiamenti da sceriffo. Con lui l’equilibrio di Guillermo Amor, l’imprevedibilità di José Luis Caminero, la classe di Julen Guerrero e le sortite di Luis Enrique. Donato veste il 10 ma è relegato ad essere la riserva. In attacco non è ancora la Spagna di Raul e Clemente si affida alla rotazione dei vari Juan Antonio Pizzi, Amavisca, Alfonso, Salinas (sul cui groppone pesa ancora il clamoroso errore a tu per tu con Pagliuca al Mondiale americano) e Javier Manjarin.

Come negli Stati Uniti, anche in Inghilterra le ‘Furie Rosse’ si presentano con il kit firmato da Adidas, che produce due lavori interessanti e dettagliati, anche se non zalando prive propriamente tradizionali, La maglia home è rossa, ma solo per tre quarti, Il quarto all’estrema sinistra è interamente blu e vede le tre ‘stripes’ attraversare verticalmente la divisa all’altezza dello stemma, racchiuso in uno scudo rosso bordato di blu, Il colletto è ‘alla coreana’ con bordi blu e bottoncini blu, Lo stesso rosso della divisa è scuro e vede un motivo con pinstripes tono su tono ed un pattern traslucido che rappresenta lo stemma della federcalcio, I pantaloncini sono blu con le stripes che riprendono il colore della bandiera spagnola, Calzettoni blu con stripes Adidas gialle..

La divisa away è molto semplice quanto elegante, Interamente color blu notte, con le tre stripes che attraversano la maglia verticalmente all’altezza dello stemma, Colletto a colori invertiti rispetto alla home, Pantaloncini e calzettoni blu, Il lettering ‘Adidas’, in entrambe le divise, è giallo disposto sotto il colletto e sopra il numero di maglia che è bianco, Euro ’96 arriva giusto allo zenit del calcio bulgaro che ha raggiunto ad Usa ’94 il picco della propria storia, I ‘Luvovete’, zalando prive guidati da Dimitar Penev, sono reduci infatti dallo storico quarto posto al Mondiale ottenuto arrivando fino alla semifinale iridata, persa contro l’Italia di Roberto Baggio, Un exploit inaspettato che ha portato addirittura il pallone d’oro a Hristo Stoichkov, nel frattempo reduce da una annata opaca con la maglia del Parma, Il girone 7 di qualificazione all’Europeo vede la Germania dominare, ma i bulgari si piazzano al secondo posto liquidando senza troppi problemi Georgia, Moldavia, Albania e Galles, Penev cambia qualcosa, ma i 22 che sbarcano in Inghilterra sono in gran parte quelli presenti anche negli Stati Uniti..



Messaggi Recenti